MILLE SPLENDIDI SOLI

di Khaled Hosseini

A chi consiglio questo libro?

Lo consiglio per una persona a cui la vita non ha regalato nulla, ad una persona che è caduta ma ha saputo trovare la forza per rialzarsi, un libro da leggere nei momenti di sconforto, un libro che ti dice che ce la puoi fare a rialzarti. Ad una grande amica.

 

Perchè mi è piaciuto questo libro?

Dolore e orrore la fanno inizialmente da padrone. Talmente potenti escono dalle pagine di questo libro che ho finito per sentirli addosso, perché il legame empatico che si crea con le protagoniste è inevitabile. Sentivo freddo quando Mariam veniva lasciata fuori dalla casa del padre per tutta la notte. Sentivo su di me le percosse e le umiliazioni subite da Mariam e Laila… “Forza Laila, alzati, ribellati, smettila di farti umiliare…” la pregavo…

Sentimenti che contrastano con la sorpresa e la gioia per la nascita di un legame fortissimo, meravigliosamente umano tra le due, a tratti commovente.

La cosa per cui sono più grata a questo libro è la curiosità che mi ha suscitato. Devo dire che mi sono ritrovata spesso a cercare su google le città Afghane citate, ho scoperto paesaggi che non immaginavo, tradizioni che non conoscevo, punti di vista diversi dal mio. Sicuramente mi ha arricchito e mi ha aiutato a comprendere fino in fondo che nascosto dentro a un pesante Burqua ci sono un cuore, una mente e un’anima che potrebbero essere profondamente affini alla mia.

Citazioni del libro MILLE SPLENDIDI SOLI

Scheda libro

ANNO PUBBLICAZIONE: 2007

GENERE: Narrativa